In Memoria

Gli amici del pittore Sergio Del Moro lo ricordano con sincero affetto e la sua grande sensiblità, generosità e simpatia. La sua mancanza ha lasciato un vuoto immenso. Si è spento a Barcellona, in Spagna, dopo un lungo period di malattia incurabile e assistito dalla moglie e dalle figlie unite alle loro famiglie e dove speravano di stargli vicino ancora per lungo tempo. Il pittore Sergio Del Moro è tra gli autori più noti a Treviso per la sua arte e l’amicizia che ha trovato nella popolazione di Treviso.

Sergio Del Moro, presidente della “Tavolozza Trevigiana” e co-fondatore del movimento culturale “La Copertina”, è stata una presenza essenziale in ogni sede di competenza nella mappa degli artisti della Marca e a livello nazionale.

Nato a Pistoia nel ’38, la carriera nell’Aeronautica Militare che lo aveva portato a Treviso, ha lasciato nelle sue opere, come ha scritto il critico Ferruccio Gemmellaro curatore della sua monografia, il segno artistico dei grandi spazi doviziosi di fotoni cromatici. E’ stato tra i pittori prediletti dallo stimato gallerista toscano Arrigo Valiani; la sua è la tavolozza che va a ricomporsi ora scrutando la laguna veneta addentrandosi tra i campi lungo gli argini infine ritrovando una rinascita impressionistica nelle contrade iberiche. Molteplici i riconoscimenti tra cui il Leone d’Oro della Galleria di Firenze, la Coppa della Giuria della Biennale di Bamberg in Germania, nomina di Dottore in Arte HC dall’Università della Florida, altrettanto le esposizioni quali la Collettiva Hotel Dubai in Arabia Saudita e l’Omaggio ai Giochi Olimpici di Los Angeles ed altri riconoscimenti importanti.

Gli artisti della “Tavolozza Trevigiana – Cenacolo dei Quindici” con sede in Treviso lo ringraziano per il prezioso e qualificante contributo dato all’associazione quale co-fondatore e custode tenace del valore della libera espressione artistica. Sergio Del Moro lascia una grande eredità di amicizia il cui ricordo rimarrà a Treviso, la città che lo aveva adottato, finché vivrà l’amore per l’arte e per la pittura.

Gli amici della “Tavolozza Trevigiana” e de “La Copertina”.